Il protocollo https: come attivarlo sul tuo sito

Internet è un posto magnifico, ma con le precauzioni è ancora più bello. Entro luglio bisogna attivare il protocollo https sul proprio sito/e-commerce. Lo ha deciso Google, ma è obbligatorio? Dipende da cosa intendi con questa parola: big G oscurerà il tuo sito senza il protocollo ssl? No, questo no: ma potrebbe danneggiarti in termini di traffico. Al contrario, se ti adegui beneficerai di alcuni vantaggi. Quali? Te li spieghiamo subito.

Cos’è il protocollo https?

Partiamo dalle basi. L’acronimo https significa HyperText Transfer Protocol Secure e indica il protocollo per assicurare il passaggio sicuro delle informazioni tra il server e l’utente. Viceversa una connessione http tradizionale non garantisce questo standard di sicurezza. Pertanto, un utente non autorizzato potrebbe insinuarsi e intercettare questo scambio di dati. Il rischio? Beh, pensa a un e-commerce: se hai una connessione http, un cyber-criminale potrebbe carpire informazioni private e dati sensibili, oltre a trasferire e dirottare denaro altrove. Insomma, un bel disastro economico oltre che di immagine.

E se il tuo sito non è un negozio online? Ti conviene sempre passare al protocollo https. Tutti gli utenti vogliono navigare in acque calme. E si fidano anche di quello che scrive Google. Non a caso dalla versione 56 di Chrome, Mountain view segnalerà come “non protetti” quei siti dove sono richiesti dati sensibili e di pagamento:  in pratica accanto all’indicatore neutro con una “i” informativa, ci sarà la scritta “Non Sicuro” .  E’ un primo passo deciso verso la messa in sicurezza del web, ma in futuro i tuoi potenziali clienti/lettori/utenti potrebbero trovare qualcosa di simile alla foto qui sotto. Ah, piccola nota a margine, se cerchi una guida per ottimizzare il tuo e-commerce, puoi trovarla qui.

protocollo https

Passare ad Https: il certificato ssl

Bene, questi sono i rischi. Ma adesso ti starai chiedendo come si fa a proteggere il sito con https. Don’t worry, la procedura non è complessa. Per prima cosa devi acquistare un certificato Ssl. Dove lo puoi acquistare? Beh, puoi affidarti a una CA, ovvero un’autorità di certificazione come Symantec. oppure a un hosting provider come Aruba. Il certificato agisce in due modi, in particolare come

  • comunicazione sito-utenti tramite dati crittografati 
  • timbro di approvazione garantito e riconosciuto sulla sicurezza del sito web.

Abbiamo usato il verbo “acquistare”. Ma il certificato ssl è gratuito su Aruba. In pratica, se hai un piano hosting, super-site o e-commerce è gratis. Sì, proprio così: non devi pagare e puoi farlo dal pannello di controllo su Aruba. Se hai uno di questi 3 piani, le operazioni da eseguire sono:

  • Fai un backup del tuo sito
  • Entra nel pannello di controllo di Aruba e inserisci username e password
  • Clicca su “attiva certificato SSL DV”;
  • Entra nel pannello di controllo del tuo sito, clicca su attiva certificato SSL DV e segui la procedura indicata.

Redirect e velocità

A questo punto sei quasi pronto. Prima, però, è necessario dare un’occhiata a tutti i link interni utilizzati. Se hai un sito in wordpress con tanti articoli, il carico di lavoro potrebbe essere enorme. Per fortuna c’è una soluzione gratis e poco faticosa. Si tratta del plugin WP Force SSL. E’ stato creato da Kostas Vrouvas per effettuare redirect senza mettere mani nel codice. Insomma, un grande aiuto per chi di codice conosce solo quello fiscale. I passaggi da seguire sono 3:

  • Aggiungi https all’indirizzo wordpress e all’url del tuo sito in Impostazioni/Generali/
  • Scarica e installa il plugin WP Force SSL
  • Attivalo e il gioco è fatto.

A questo punto resta solo un’ultima cosa da fare: l’aggiornamento URL dei tools per webmasters di Google. Ovvero: Search Console, Analytics e (eventualmente) Adwords. Stessa procedura anche per i social, se hai inserito il link con http al tuo sito nelle pagine profilo. Bene, ora è tutto pronto. Con il lucchetto verde sul browser, acquisirai la fiducia dei tuoi utenti/clienti,contribuirai a rendere il web un posto più sicuro e …big G ti premierà. Infatti, il possesso di un certificato ssl migliora anche la speed performance del sito. Ecco: sicurezza e velocità, due indici importanti per scalare posizioni nel Google ranking.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *